Archivi tag: santoin19mosse

Dynalogo, logotrofismo, ouuero l’arte di tradurre lo scritto in carne.

In questo brevissimo scritto Elia Spallanzani esordisce affermando perentoriamente che i processi di riproduzione perfetta hanno incagliato l’evoluzione dei testi. Il senso della frase sarà più chiaro considerando un racconto di Philip K. Dick del 1953, “La macchina salvamusica”, in … Continua a leggere

Pubblicato in dick, frammenti, rovesci | Contrassegnato | 2 commenti

Contro la natura, contro la vita

Spallanzani, si sa, non era uno che scriveva molto. Quando gli veniva un’idea e l’aveva esposta in cinque o dieci righe, si seccava poi di fare il resto. Non gli piaceva proprio quello che definiva il “pregiudizio mimetico in letteratura”, … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, rovesci, spallanzate | Contrassegnato | 1 commento

Ancora su scacchi e letteratura

Il nostro amico Pàino ci segnala l’articolo del Fantabancarellaro Pazzo che cataloga ed esamina decine e decine di libri in cui gli scacchi sono una parte più o meno importante del meccanismo narrativo. Il tizio è all’evidenza un pazzo accanito … Continua a leggere

Pubblicato in segnalazioni, spallanzate, vecchi intrattenimenti | Contrassegnato | Lascia un commento

La ballata della memoria

Un brano di Elia Spallanzani tratto da Santo in 19 mosse (nella versione estesa, pubblicata a parte). ******************** Immagina una goccia che cade nell’acqua. Genera circoli. Ma se tu potessi vedere la sezione ti apparirebbe una bolla in espansione, tri-di-men-sio-na-le. … Continua a leggere

Pubblicato in atrocità, frammenti, spallanzate | Contrassegnato | Lascia un commento