Archivi categoria: rovesci

Perdendo colpi

Ritorniamo dopo poche ore sul fatterello della frase erroneamente attribuita a Pasolini. Mwahaha, che ci aveva segnalato il fatto, ci scrive per redarguirci: “Ma allora non avete capito niente. Il punto che vi sfugge ancora è che chi ha scritto l’articolo nel 2015 è … Continua a leggere

Pubblicato in apocrifa, oziosità, rovesci | 6 commenti

Senza fine

Riprendiamo brevemente il post in cui si parlava di tendenza degli uomini a cercare intenzionalità. In un articolo leggiamo: “È come se fossimo ipersensibili ai segnali di intenzionalità, specialmente a quelli convogliati dal mo­vimento. Ci sono buone ragioni evoluzionistiche per una … Continua a leggere

Pubblicato in oziosità, rovesci | 4 commenti

Buono ultimo

In “Controcorrente” Des Esseintes porta un adolescente povero al bordello: vuole abituarlo precocemente ai vizi in modo che poi, tagliandogli i fondi, per procurarseli diventi un ladro e sperabilmente un assassino. Come in tutte le sue azioni, l’aristocratico decadente non fa … Continua a leggere

Pubblicato in delitti, oziosità, rovesci | 1 commento

Propizio attraversare il grande fiume. Propizia è la perseveranza dell’uomo nobile.

Forse qualcuno si è chiesto cosa significa il “61: maiali e pesci” del post precedente. E’ la prima parte del responso legato all’esagramma 61 dell’I-Ching, il libro dei mutamenti, che è uno dei cardini di La svastica sul sole di Philip Dick. Attenzione: … Continua a leggere

Pubblicato in dick, oulipiaggini, pseudo recensioni, rovesci, ucronie | 6 commenti

61: Maiali e pesci. Responso positivo e ottima salute!

Gli aneddoti sulla vita di Philip Dick sono più noti e probabilmente meglio compresi della sua opera terrena. Dicono di lui che, mollato dall’ennesima donna, decise di uccidersi inghiottendo tutti i tranquillanti che aveva in casa, e non erano pochi. Dopo aver compiuto l’insano … Continua a leggere

Pubblicato in dick, illuminati, pseudo recensioni, rovesci, ucronie | 3 commenti

Il regno contraffatto

Scherzando si dice la verità, ma alla lunga accade anche il contrario, e la verità passa per gioco. Tutto viene trasformato in spettacolo, però non è detto che diventi impotente. Ma il teatro può andare al potere? O ci è già … Continua a leggere

Pubblicato in illusioni, rovesci | Contrassegnato | Lascia un commento

Un problema tra la gente

“Tutto ciò che è, è pensiero divino. Del male, che non è realtà, ma negazione di realtà, non c’è dunque scienza in Dio” – G. Scoto Eriugena. “Dio conosce il male o difformità degli atti umani per il fatto che … Continua a leggere

Pubblicato in borges, oziosità, rovesci | Lascia un commento

Il gioco della salvezza (altre conseguenze del teatro)

Nel racconto “La fine di un regno” Elia Spallanzani propose una curiosa metafora del rapporto tra teatro e potere. Nel dotto commento, il Ventura osservava la contraddizione tra la normale irrilevanza giuridica delle dichiarazioni fatte su un palco e la … Continua a leggere

Pubblicato in rovesci, spallanzate | 1 commento

Retorica

Nel film “C’eravamo tanto amati” (1974), di Scola, Nicola Palumbo è un insegnante di sinistra, cinefilo, ammiratore di “Ladri di biciclette”, che a un certo punto partecipa a “Lascia o raddoppia?”. La domanda finale riguarda il motivo per cui il … Continua a leggere

Pubblicato in imposture, oziosità, rovesci, vecchi intrattenimenti | 2 commenti

Sui pericoli di certe metafore

Negli ultimi anni Spallanzani non pubblicò più niente, anzi rifiutò anche i contatti con l’esterno, ma oltre a zappare il podere continuava ad arrovellarsi sugli stessi problemi e ad annotare stamberie nel suo gigantesco diario-zibaldone. Tra le ultime, senza data … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, rovesci, spallanzate, virale | Contrassegnato | Lascia un commento

Il ritorno del vecchio ammonitore infernale

“Su ciò di cui non si può scherzare, si deve tacere” E.S. La settimana scorsa su “La Lettura” del Corriere c’era una pagina schizofrenica in cui da un lato si lamentava la scomparsa dei veri umoristi italiani e dall’altro si … Continua a leggere

Pubblicato in alieni, atrocità, rovesci | Lascia un commento

Era lo majo odoroso (sempre del 2003)

e cadeva il quarantennale del Gruppo 63, cui il Nostro partecipò nel suo solito modo sghembo e problematico. Il 10/05/2003, nel sesto anniversario della sua scomparsa, presso la libreria Mel di Bologna si teneva una lettura di testi Spallanzaniani mentre sul Resto … Continua a leggere

Pubblicato in archivio, illusioni, rovesci, segnalazioni, spallanzate | Lascia un commento

Et magno se corpore miscet

Si era in pieno boom edilizio e dalla finestra del suo studiolo Spallanzani vedeva le gru altissime che tagliavano il cielo in riquadri sempre diversi. Lavoravano tutto il giorno e il Nostro, col suo vigile istinto sindacale, si chiese quanto … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, rovesci | Contrassegnato | Lascia un commento

Inoisrevni

Qualche tempo fa per gioco cercavamo tutte le parole che finiscono in “ombi” e ora il compare Leonetto ci segnala l’utilissimo Dizionario Inverso dell’Italiano Moderno, parente gratuito dello Zanichelli Inverso, che serve appunto per fare questo tipo di ricerche e … Continua a leggere

Pubblicato in rovesci, segnalazioni, vecchi intrattenimenti | Lascia un commento

Quello che desideri

In “Raccontalo alla cenere” Spallanzani annota l’idea per un racconto sul patto col diavolo: un tizio incontra il demonio che gli chiede “per che cosa daresti l’anima?” e il tizio risponde “per essere uno scrittore di successo”; il demonio lo … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, plagi, rovesci, spallanzate | Contrassegnato | 4 commenti