Cretineria passiva

Il fatto è che è difficile smettere di ascoltare e di leggere i cretini. I cretini sono profondi, affascinanti, intriganti, e poi sono tantissimi. In ogni campo e a qualsiasi livello culturale, dai complottisti più sfrenati ai filosofi pop, i cretini dominano pressoché incontrastati il panorama della comunicazione. E tra l’altro sarebbe strano il contrario, visto che dominano anche in campo pratico. La grande illusione è proprio credere che il mondo della cultura sia meno affollato di cretini di quello, per dire, del calcio: vasto e comune errore. A ben vedere non c’è nessun motivo perché sia così.

Nel corso degli anni abbiamo letto le teorie di un gran numero di mentecatti veri e di complottisti furbi che non sono per niente dei mentecatti ma si limitano ad usare lo stile e i materiali prodotti dai pazzi perché sanno che hanno un pubblico, e pian piano il loro metodo ci è sembrato sempre meno diverso da quello di finissimi analisti della modernità. Abbiamo cominciato a percepire una forte aria di famiglia tra il peggio e il “meglio”: ci siamo accorti che spesso i ragionamenti brillanti che parevano cambiare verso a seconda di come li guardavi dovevano questa strana qualità caleidoscopica alla loro povertà di significato: erano solo frammenti di plastica senza valore posti tra due specchi. Abbiamo provato ad applicare a questi discorsi lo stesso metodo che usiamo con le chiacchiere dei complottisti, e cioè a preferire l’ipotesi più semplice, quella che richiede meno elementi, e il risultato è stato simile: quasi sempre si sono sgonfiati come un tortino di merda. Infine abbiamo indicato alcuni elementi sintomatici come i neologismi superflui o ossimorici e l’ormai noto “paradossalmente” e il nostro inclito pubblico come al solito ha accolto questa teoria come una barzelletta provocatoria o un’ovvietà, perché la percentuale di cretini è sostanzialmente uguale in ogni settore e quindi non potevamo aspettarci altro.

P.S. Poi dice che siamo pazzi… proprio oggi un virologo italiano spiegava agli americani che il sistema sanitario lombardo “paradossalmente” è vittima della sua efficienza.

(Da qui)

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.