Il classico sparatore pazzo americano non è per forza quello che ci piacerebbe

La comune tesi per cui il tipico sparatore pazzo americano sarebbe il ritratto preciso della categoria più disprezzata dai progressisti (l’uomo bianco di mezz’età con modesta istruzione e sorpassate skillz) è molto attraente: verrebbe solo da chiedersi se è cominciata prima la guerra dello sparatore al poppolo o quella dei progressisti alla categoria dello sparatore (il che sembrerebbe più probabile). Tuttavia, la tesi è anche sostanzialmente sbagliata: come le statistiche dimostrano, lo sparatore pazzo americano è un bianco in circa il 70% dei casi, che è meno della percentuale generale di bianchi (circa il 73%). Gli sparatori pazzi appartenenti alle minoranze etniche hanno il vantaggio di venire catalogati in varie categorie e quindi di sembrare di meno, a parte il fatto che la gente non è capace di capire cose complicate come le statistiche.

E non è nemmeno vero che gli sparatori pazzi siano solo uomini: i maschi sono il 94% del totale, che è poco più del 92% della media generale degli omicidi commessi con un’arma da fuoco: quindi, in generale gli sparatori sono soprattutto uomini, ma gli sparatori pazzi di massa non lo sono più spesso della media.E probabilmente gli sparatori pazzi non sono nemmeno mediamente più anziani degli sparatori comuni, né più ricchi o meno istruiti. Con tutta probabilità (anche se non abbiamo verificato) il nostro tipico sparatore pazzo americano è molto, molto simile al comune sparatore non pazzo, quello che, diciamo, uccide per qualche motivo terra terra e comprensibile come i soldi, le corna, la paura o solo perché ha una pistola.

Però la sinistra americana ha colto da subito l’occasione per mettere in croce il suo nemico, cioè l’uomo bianco sull’orlo del declino fisico, economico e sociale, e quel che è più grave è che quest’uomo si è preso volentieri la croce: con soddisfazione, con gioia si direbbe, ha lasciato credere che lui è ancora da temere, è ancora capace di fare qualcosa. Tipo prendere un fucile e sparare alla gente a caso, diventare finalmente l’uomo con la zappa:

“È questo il sogno sognato da Colui che foggiò i soli
e segnò loro le vie nell’abisso antico?
In tutte le caverne dell’Inferno, sino all’ultima bolgia,
non c’è forma più terribile di questa,
più clamorosa di grida contro la cieca avidità del mondo,
più piena di segni e di portenti per l’anima,
più colma di pericoli per l’universo.”

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in atrocità, delitti, imposture, media, sherlock. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.