Il problema Euridice

E’ sorprendente la quantità di scrittori che si sono tolti la vita in albergo. Una volta avevamo compilato una lista con la data, il luogo e il metodo. Wikipedia, nella sua inguaribile mediocrità, ci cancellò la pagina degli scrittori suicidi perchè diceva che era una categoria sciocca e inutile, e poco tempo dopo ricreò la categoria, rendendola però molto meno utile della nostra. Comunque abbiamo perso la lista e ora ci tornano in mente solo Esenin (1925), che si impiccò in albergo a trent’anni; Frederick Van Rensselaer Dey (1922), che si sparò; Ernst Weiss (1940), che aveva curato Hitler, e un altro Ernst, Toller (1939); poi Mário de Sá-Carneiro (1916, a 25 anni), che con Pessoa aveva fondato il gruppo Orfeo, e parlando di Orfeo, Cesare Pavese (1950), che si uccise il 27 agosto coi sonniferi. Notoriamente aveva sul tavolino i Dialoghi con Leucò. Ed è proprio in omaggio a quel libro così diverso da suoi che Elia Spallanzani scrisse “Tre versioni di Euridice”, perché lui di ogni cosa aveva almeno tre versioni, e nonostante sia una delle sue cose meno interessanti e spallanzanesche la ripubblichiamo lo stesso:

“Tre versioni di Euridice

(nda: rileggendo trovo accenti patetici, mero terrorismo, ma il tempo fa le cose piatte e prima che la nostalgia ti spinga a mantenere per cimelio, prova ad aggiustare).

le tele che hai tessuto nella notte
il giorno le ha disfatte
c.p.

Orfeo scriveva noticine per un supplemento domenicale, Euridice invece coltivava i bulbi. Quando tra loro tutto finì, lei andò a starsene in un posto affollato e buio. Per ritrovarla Orfeo affrontò molte peripezie noiose a descriversi, quindi udì dalle sue labbra il curioso patto: “per le potenze infernali, io verrò con te solo se giurerai di non amarmi più.”
Orfeo giurò, senza poterle dire la ragione. Nei mesi a venire quel che sentiva lo uccise e i resti li seppellì nelle sue note: l’editore già si lamentava per la vaghezza di certi rimandi e tutto, tutto era una trappola…

no, non va bene.

Invece Orfeo le rispose: è un patto crudele, ed aggiunse molte altre e patetiche parole: non era meglio crepare tra le zanne del cane tricipite?  meglio il sangue nero di Acheronte fin giù nella strozza, che fare del mio cuore il mio nemico… queste ed altrettali. Al che Euridice disse soltanto: “fai tutto tu”, e riprese ad arredare la plutonica dimora…

questa è ancora peggio. No.

Disse Orfeo:  un patto stupido. Io ho tessuto di te le notti! Merito un’ultima occasione. Al che Euridice: così mi hai perso, già allora, e non da ieri. Da quando hai scelto di ascoltare solo la tua voce. Mi hai fatto più grande della vita, schiacciante, fuori di misura; ed è questo che vedo in te quando  mi guardi: nei tuoi occhi, una dea… quindi “per le potenze di cui sopra, io verrò con te se saprai condurmi fuori senza mai voltarti”. Orfeo accettò, ma poi fallì. Voleva tanto la sua musa…

Cazzo! IO VOGLIO che finisca bene! Anche se è brutto. Orfeo devo riuscire.

Il tunnel finisce, si vede già il primo verde, è fatta! Ce l’hai fatta, chiacchierone… dalla morte, il cui vero nome è separazione, alla grande luce del mattino. Che scioglie anche i tuoi canti e la bellezza ultraterrena… puoi voltarti adesso. Ma Orfeo sente le viscere contrarsi e dice: adesso, Euridice, cosa vedrei sotto il sole ragionevole? Io penso…

“tu sei pazzo”

…che amo questa trappola e vorrei che non finisse.

“no!”

perciò giunto alla soglia Orfeo si volta, torna indietro, e stretto tra poco e nulla lui sceglie tutto.”

Advertisements

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in frammenti, pavese, spallanzate e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...