Heidi e la gnosi

hedinolfi2.png

 

Nel libro “Gnosi e spirito tardo-antico” Hans Jonas sostiene che lo gnosticismo sarebbe affine all’esistenzialismo di Heidegger. L’amico Leonetto Vincibile ci faceva notare che è altresì affine al cartone animato di Heidi.

Heidi infatti é il messia della montagna, che guarisce l’estenuata Clara, figlia del capitalismo. Quindi Heidi é espressione di un socialismo sentimentale ed ottimista, nonché zia del naturismo.

Del resto Clara è predestinata fin dall’anagrafe a ricevere la salvifica illuminazione. E la signorina Rottenmeier? È il magistero dogmatico, illiberale e nevrotico della Chiesa Cattolica. Si apprezzi il sottile gioco tra la lingua sassone originaria e la sua corruzione insulare: rotten = marcio, come ogni sostanza terrestre. E la pronuncia tedesca è simile all’inglese Rotten May Her, ossia “il di Lei maggio putrefatto”: e siccome maggio è il mese della Madonna, questo è tutto dire. Il nonno di Heidi è il Grande Padre, che per non lordarsi con le sozzure della valle ha vissuto sull’Alpe iperuranico. Il san bernardo Nebbia è una selva di significati limpidissimi anche per un ginnasiale: è notevole che il cagnone porti un nome che evoca la foschia spirituale cui incorrono i non iniziati che vorrebbero ascendere alla Montagna Sacra, a guardia della quale v’è anche il fido e mercuriale pastorello Peter, angelo non del tutto puro, typo della creazione, e per questa sua caratteristica temporaneamente obbligato a vivere tra i due mondi.
La ricostruzione del Vincibile, per quanto fascinosa e non piú arbitraria di altre, contiene però qualche errore. Il nonno di Heidi infatti infatti non é il Padre Innato, giá solo per il fatto che é nonno. Anche il padre di Clara é assente fino alla fine, dominano quindi le femmine: la vergine (Clara), la madre (Heidi), la morte (Rotwailer). Si noti che Heidi, sebbene tecnicamente vergine, é peró palesemente destinata sin dal primo momento al pecoraio, e la sua incomprensibile quanto irritante gioia di vivere non puó venire che dalla certezza dell’imminente (se non giá nascostamente consumata) deflorazione. Si tratta quindi di un mito della riproduzione, assolutamente antignostico.

Il Leonetto però ci obietta che stiamo proiettando su materia sacerrima il frutto de’ pensieri malsani che il diavolo ci bisbiglia a la recchia mentre abbadiamo alle sciocchezzuole quotidiane, e questo è certamente vero. Tornando però alla tesi di Hans Jonas sull’esistenzialismo non possiamo tacere che “Heidegger” non é altro che “Heidi Egger”, ossia Heidi che oveggia (egg), o ovuleggia, da cui la conferma della nostra tesi.

Infine, in base a un’esegesi marxista (e quindi realmente gnostica) del cartone, é chiaro che il nonno di Heidi é un filosofo proletario, che fugge i suoi squallidi simili, mentre Heidi puó portare la gioia e quindi rappresenta quella parte del proletariato che svolgendo l’essenziale funzione di “pagliaccio” consente la riconciliazione coi capitalisti. Difatti anche il nonno alla fine rientra nella societá.
Nonostante le diverse opinioni, si tratta certamente di un campo di indagine promettente, che non mancheremo di riprendere.
Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in circoletti e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Heidi e la gnosi

  1. vincibile ha detto:

    Maggio è, tra l’altro, anche il mese del sindacato.

  2. lastlightx ha detto:

    non volevo immettermi in questo dialogo tra menti eccelse, purtuttavia non posso fare a meno di notare che la signora rottenmeier è presubimilmente protestante, non può quindi rappresentare la chiesa cattolica.

  3. lastlightx ha detto:

    *presumibilmente LOL

  4. Pingback: Lovecraft e la gnosi (uno spunto) | Fondazione Elia Spallanzani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...