La psicanalisi nei secoli

2000 a.c.

Ugh.: “Popolo! Ugh sognato grande cane, e fatto lui amore degli uomini!”
Popolo: “ORAY! Per grande spirito tu sciamano!”

1000 d.c.

Venanzio: “Padre,  sotto il sigillo della confessione devo dirvi che ho sognato un cane nero e compivo con lui atti innominabili…”
Prete: “Stai sereno…” (segue rogo)

1900 d.c.

Otto: “Dottore, è inspiegabile ma ho sognato un grosso cane e lui… come dire… se lo faceva mettere… ahem… sotto la coda, non so se…”
Freud: “Chiaro segno di coprofagia. “Cane” infatti è l’anagramma di “cena”, cenare con ciò che è nel retto, quindi…”

1999 d.c.

Un nerd: “Salve dottore, c’è questo sogno ricorrente in cui sodomizzo un cane…”
Dottore: “Mi dica, ha preso la chiave inglese nella stanza dei motori?”
Il nerd: “Che cosa?”
Doc: “USA chiave inglese CON cane”.

2015 d.c.

Sms: “Doc strano sogno bunga bunga cane nero ???2?”
Doc: “Obs…”

Si ringrazia Riccardo Raccis per il 1999.

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a La psicanalisi nei secoli

  1. In retrospettiva diremo che questo post e’ l’inizio della fine.

  2. eliaspallanzani ha detto:

    che dici, sei pazzo, stiamo ricevendo ampli consensi

  3. Pingback: Da quanto dura questa cantilena? | Fondazione Elia Spallanzani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...