La contadinesca fatica

E’ incredibile che ogni anno migliaia di italiani scrivano libri, considerando la fatica che costa. Sono venti giorni che rileggiamo le stesse pagine e vengono sempre fuori altri errori, incongruenze, stramberie tipografiche. Per non parlare della tentazione di modificare un’altra volta il testo. Sarebbe molto più bello tornare ai metodi ante-stampa, scrivere a mano, smetterla di chiedersi che carattere usare, che interlinea, se mettere le virgolette alte o caporali (dubbio orrendo), dove va la virgola, dentro o fuori, di che grandezza fare i rinvii delle note… e più di una volta abbiamo pensato davvero di riscrivere tutto a penna, per finirla almeno.

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in oziosità. Contrassegna il permalink.

2 risposte a La contadinesca fatica

  1. dottord ha detto:

    Scrivere è faticoso solo se sei bravo.

  2. eliaspallanzani ha detto:

    oppure più semplicemente gli altri pagano qualcuno per correggere (un lavoro che, dopo quest’esperienza, non faremmo nemmeno morti)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...