Sui pericoli di certe metafore

Negli ultimi anni Spallanzani non pubblicò più niente, anzi rifiutò anche i contatti con l’esterno, ma oltre a zappare il podere continuava ad arrovellarsi sugli stessi problemi e ad annotare stamberie nel suo gigantesco diario-zibaldone. Tra le ultime, senza data ma con tutta probabilità risalenti al 1996-7, troviamo queste note:

“[…] le idee improduttive non invecchiano, proprio perchè sono improduttive. Non si usurano perchè “non fanno niente”, come certe modelle […] invece ciò che provoca il pensiero scatena conseguenze, tra cui pensieri opposti: quindi fatica, si usura e si indebolisce: ma nel mondo del pensiero ciò che vale è la dialettica, non la stasi. L’idea (la frase) che si diffonde senza difficoltà è un male: l’unico problema che ha risolto è il suo, non il nostro […] perciò, anche se fosse vero che le parole si comportano come creature viventi, l’interesse del pensiero (e quindi il nostro) è che siano creature deboli, “altruiste”, costantemente soggette a mutamento. Siccome noi siamo “il mondo” di queste parole, dobbiamo rovesciare il criterio consueto, che è quello delle creature e non il nostro. Insomma, alla terra non importa che i pidocchi abbiano successo, ma che il sistema complessivo sia efficiente e flessibile, e anche bello, magari. E noi, ancora, siamo la terra delle parole […] In fondo la vecchia dialettica è già la memetica, ma è più intelligente.”

A più di 35 anni di distanza, ci sentiamo ancora di sottoscrivere queste parole.

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in frammenti, rovesci, spallanzate, virale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...