I vestiti nuovi del Popolo

Nel suo sbrindellato diario (pubblicato postumo col titolo “Raccontalo alla cenere”) Spallanzani mescola note di costume e appunti per racconti, in una sorta di blog ante litteram. Le stesse idee, le stesse frasi tornano ossessivamente e si accrescono: il Nostro procede per disordinato accumulo e spesso le formulazioni più efficaci sono le prime e più sintetiche. Ad esempio, poco prima del natale 1977 Spallanzani annota:

“I vestiti nelle vetrine sembrano fatti per un’altra umanità”.

Due anni dopo, nello stesso periodo scrive:

“Per strada sembra che un branco di vecchi sciatti abbia invaso la città degli angeli”,

e nel 1988, sempre sullo stesso tema:

“Dove sono le creature che indossano quei vestiti e fanno quelle esperienze? Cosa c’entrano tutti questi vecchi vestiti di marrone, questi uomini senza capelli, le donne piriformi, i bambini moccolosi? Se nelle vetrine di natale esponessero alieni la scena non sarebbe più straniante. Tutto il corso, migliaia di vetrine, come specchi magici: e i manichini dall’altro lato con le espressioni sofferenti, come se anche loro si vedessero nello specchio ma ingrigiti, sciatti, disperati”.

Infine, nel 1993 queste considerazioni finiscono nell’abbozzo di racconto “I vestiti nuovi del popolo”, che è una rivisitazione paradossale della vecchia favola: qui però al posto dell’imperatore c’è l’intera popolazione e al posto del sarto furbacchione un pubblicitario: i vestiti sono visibili, ma sono di un altro. La storia procede più o meno allo stesso modo dell’originale però qui non c’è nessun bambino a far notare la verità. Vince in definitiva la follia, perfezionata e distillata, eletta a unico sistema.

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in frammenti, illusioni, spallanzate e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...