Lo spettro del natale passato (del 2003)

Nel dicembre di dieci anni fa la Fondazione di occupava di Arte Postale,  segnalando la campagna pubblicitaria di American Psycho, un romanzo epistolare che si scrive sotto i tuoi occhi, un gioco di ruolo postale e le vane lettere a entità che difficilmente risponderanno.

Parlavamo poi di due riviste: Alia, dedicata al fantastico e sopravvissuta in forma cartacea fino al 2008 (mentre il blog esiste ancora), e Meccano, i cui primi 12 numeri sono in parte recuperabili grazie all’eccezionale waybackmachine.

Parlando di libri, intervistavamo Giacomo Gardumi, autore de La notte eterna del coniglio, e segnalavamo il concorso “Libri mai visti“, dedicato a libri manufatti inediti e probabilmente ineditabili (o inedibili), che continua gagliardamente anche nel 2013 sempre a Russi, paese natale di Elia Spallanzani, dove evidentemente aleggia il suo spirito protettore.

Come è noto, il Nostro si ritirò improvvisamente dalle scene nel 1980 e decise di trasumanare nel piano del fantastico, ritirando dal mercato le copie delle sue opere e lasciando di sé solo una vaghissima eco. Noi lo riteniamo un tentativo (riuscito) di fondare una letteratura come sparizione. Allora perchè non spariamo anche noi?

Advertisements

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in archivio. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...