Una volta eravamo più professionali

Il novembre 2003 fu un mese di segnalazioni e recensioni, come si conveniva a un blog gestito da belle persone. La lista è lunga: si partiva da “Adaptation“, o “Il ladro di orchidee“, un film dell’ancora non famoso Spike Jonze, tratto da una metasceneggiatura, e poi si ricordava il libro di Wallace “Verso Occidente l’impero dirige il suo corso“, passando per “Cromosoma Calcutta“, metaromanzo che inizia con il raggranellamento di informazioni presso una banca dati mostruosamente vasta.

Il quarantennale della morte di Kennedy forniva l’occasione per parlare del confronto tra “L’assassinio di John Fitzgerald Kennedy considerato come una corsa motociclistica“, di Ballard, e “La crocifissione vista come una corsa ciclistica in salita“, del patafisico Alfred Jarry (se non sapete nulla di Jarry potete partire da qui). Curiosamente, notavamo che Aldous Huxley è morto lo stesso giorno di JFK e suggerivamo che all’autore de “Le porte della percezione” e “Il mondo nuovo” forse non sarebbe dispiaciuti “Spider” di McGrath e “La fabbrica degli orrori” di Iain (M.) Banks.

Tornando in tema oulipiano, combinatorio, patafisico e virtuosistico,  segnalavamo un racconto monovocalico in “e” di Coltisbagli, una lezione sulle coincidenze di Peres, una mostra dedicata a Jarry (con soli vent’anni di ritardo, che ora sono trenta), il simulatore di scimmie di Shakespeare (ora ce n’è una nuova versione che sembra aver quasi ottenuto il risultato) e l’assurdo NaNoWriMo, ossia il National Novel Writing Month, competizione aperta a tutti dove vince chiunque scriva un romanzo di almeno 50.000 parole tra il 1° e il 30 novembre (la fanno ancora).

Ma non basta, perché c’era ancora spazio per leggende urbaneAlternate Reality Game pubblicitari, scritture collaborative e curiosi figuri come il Ventura, che è ancora in giro e anzi su facebook.

Insomma, bisogna ammettere che nel 2003 la Fondazione era avantissimo (forse troppo) e che c’erano un sacco di cose interessanti di cui parlare. Ma non vogliamo lasciarci andare alla nostalgia (sigh, sob).

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in archivio. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...