Relazioni, relazioni

Non sarebbe utile poter qualificare i link? Cioè: quando linkiamo una pagina, il lettore non può sapere in quale rapporto mettiamo il nostro contenuto e quello linkato (ad. es. linkiamo qualcosa che conferma o smentisce ciò che diciamo, o che ne costituisce la base, o la derivazione, etc). Per meglio dire, la qualifica del link può emergere dal testo che lo contiene (ad es., se scriviamo “questo tizio dice la stessa cosa”), ma il link di per sè è amorfo. Se i vari contenuti fossero legati da relazioni significative espresse secondo un codice semplice e determinato, sarebbe invece possibile 1) avere una lista di tutti i contenuti connessi, con la qualifica del tipo di connessione; 2) fare ricerche a catena del tipo “mostrami tutti i link che confermano questa pagina”; 3) costruire una propria mappa personalizzata delle relazioni tra contenuti; 4) condividere questa mappa.

Per chiarire: avete mai usato storify? E’ un sistema per collegare contenuti della rete, trascinandoli dalle varie fonti e legandoli con nessi arbitrari (es. incollo un pezzo di questo post, inserisco la frase “sta parlando di rete semantica” e poi aggiungo un pezzo di un articolo sulle reti semantiche, etc.). Il problema di storify è che i nessi sono liberi, cioè sono semplici frasi stabilite dall’utente, quindi lo strumento è utile per raggruppare informazioni ma non per strutturare le relazioni.

Il guaio è che le relazioni possono essere di infiniti tipi, categorizzarle è molto difficile. Bisognerebbe stabilire uno standard, scegliere un numero limitato di relazioni elementari e scegliere anche a cosa applicarle (a un’intera pagina, a un suo paragrafo, a una frase o addirittura alla singola parola?).

Considerate i tag e le categorie che applicate ai vostri post: in effetti si tratta di link con un significato minimo, che è “tutti i post con quel tag parlano di una certa cosa”. Immaginate di riclassificare tutti i vostri post con legami più specifici, del tipo “origine-derivazione”: questo messaggio sviluppa quello che diceva un messaggio precedente, o costituisce il seme di quello successivo. Questa struttura sarebbe utile per voi e per chi legge?

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in oziosità. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Relazioni, relazioni

  1. jan ha detto:

    Forse non conosci lo standard XFN (XHTML Friends Network) che definisce le relazioni tra persone in base alle pagine collegate. Si avvicina un po’ a quel che intendi?
    http://gmpg.org/xfn/
    E’ disonibile su wordpress.com, che tu usi, nella sezione Links:
    https://codex.wordpress.org/Defining_Relationships_with_XFN
    Più in generale, le tue idee mi paiono legate al Semantic Web:
    https://en.wikipedia.org/wiki/Semantic_Web

    • eliaspallanzani ha detto:

      Uh, figurati che pur avendolo non lo avevamo mai visto. Si, si avvicina ma riguarda le persone e non i concetti, quindi ci interessa molto meno (anche se il meccanismo è lo stesso: il problema sono i tipi di relazione). Chiaramente il nostro discorso riguarda il c.d. web semantico, ma più che l’aspetto teorico ci interesserebbe la possibilità di realizzare piccole applicazioni pratiche anche nei blog (e xfn ne è un esempio).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...