Piccolo finale

Giovedì è passato e Serino non ha parlato, facendo una magra figura. Qualcuno dice che “si tiene l’asso nella manica”, ma secondo noi i giornalisti le notizie devono darle, non tenersele da parte come deterrente, che questo è più mestiere dei politici. Nel complesso la faccenda ha stufato e forse ha ragione la nostra commentatrice: la morte di uno pseudonimo può essere sufficiente.
Sarà vero ciò che diceva Spallanzani: c’è una sola cosa che gli uomini odiano più della menzogna, ed è la verità.

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in atrocità, imposture, oziosità. Contrassegna il permalink.

20 risposte a Piccolo finale

  1. luca ha detto:

    Penso sia difficile ammettere di essere stati presi in giro, di essere considerati target e non “lettori”.
    Gli escamotages per “salvarsi la faccia” sono patetici al pari della beffa.

  2. eliaspallanzani ha detto:

    Infatti ci ha molto stupito una cosa: sui forum dedicati alla fan-fiction la notizia ha circolato pochissimo ed è stata accolta con incredulità, se non con ostilità. Ormai sono dieci giorni che il blog di Lara Manni è inattivo eppure quei pochi che sanno della soffiata di Serino continuano a dire che non ci sono prove, che forse lei è in vacanza, che la notizia deve essere falsa perchè Serino è una brutta persona. In effetti la tattica del silenzio di questi furbacchioni sta funzionando.

  3. Croak ha detto:

    sui forum dedicati alla fan-fiction la notizia ha circolato pochissimo ed è stata accolta con incredulità, se non con ostilità
    … no, semplicemente ai forum dedicati alle fan-fiction la notizia non può fregare di meno, come ti hanno dimostrato sia l’amministratrice, sia il vice-amministratore, sia semplici utenti del sito più grande e importante d’Italia. Non fosse altro perché quasi tutti, da me stessa alla stessa Lara Manni (rosencrantz), alla stessa amministratrice (Egoio o Webmistress Erika), scrivono su quel sito sotto pseudonimo, anche per godere di quel grado di libertà che nome e cognome non possono elargire, in molti casi.

    E poiché tutti quelli che scrivono fan-fiction non lo fanno per soldi, che J.K. Rowling in realtà sia la Regina d’Inghilterra sotto mentite spoglie non cambia l’esistenza. Non mi sembra così difficile da capire.

    Recensioni della Lipperini a Lara Manni non ce ne sono (o S3rino le avrebbe finalmente mostrate al popolo), quindi cade anche il presunto danno ai lettori. Quindi perché infastidire l’una o l’altra (che siano due persone o una soltanto) con un attacco basato sui se, sui ma e sulle “opinioni non confermate dai fatti di un giornalista”? Per mero gusto di farlo? Ma un hobby migliore non c’era, senza offesa? 😀

    (Post scriptum: Lara Manni è mancata altre volte dal blog. Mai tutto questo tempo, è vero, ma assenze di sono frequenti, basta esserne stati lettori anche non fedelissimi; e sospetto che altre volte abbia messo “in coda” articoli per coprire assenze più lunghe.)

  4. eliaspallanzani ha detto:

    Beh, Lippa e Lara dialogano, si sotengono e si linkano, e sarebbe stato piuttosto ingenuo per la Lippa recensire direttamente Lara Manni, non trovi? Molte delle recensioni vengono da persone legate allo stesso ambiente e se le due sono la stessa persona secondo noi un po’ di inganno c’è, perlomento nei confronti di coloro che facevano tanti complimenti a Lara per avercela fatta con le sue sole forze. Quanto al blog, vedremo se ricomparirà qualcuno. Poi Croak, a te piace scrivere su Nonciclopedia e noi non ci chiediamo se non hai un hobby migliore. Che ne dici di riservarci la stessa gentilezza?

    • dottord ha detto:

      In effetti, parere mio, chi contribuisce a Nonciclopedia dovrebbe avere almeno l’onestà intellettuale di non fare le pulci ai passatempi altrui.

    • Croak ha detto:

      Potreste parlare di inganno se le persone “legate allo stesso ambiente” sapessero della coincidenza tra le due persone. Ancora una volta, proof or it didn’t happen, il pour parler può portarvi solo qualche visita in più, ma la figura che ci si fa (non solo voi: immagino tutti quelli che hanno riportato le parole di S3rino senza verificare) non è delle migliori.

      Post scriptum: io sto a Nonciclopedia come una squillo sta a un convento di clausura, visto che la fan-fiction e la satira più o meno riuscita sono cose che stanno su binari divergenti. A meno che non vi stiate dando della Nonciclopedia da soli e che questo blog ne sia un distaccamento, il che potrebbe pure essere: queste teorie cospiratorie sono degne della puntata media di Voyager, dopo il servizio sui Templari e prima di quello dei bambini indaco. 😀

      • Croak ha detto:

        (Ma se io linko il blog della mia amica nel mio e viceversa, ci sosteniamo, abbiamo le stesse idee su molti argomenti, e consiglio le sue fanfiction… oh mio Dio, sarà mica che sono lei?!)

  5. eliaspallanzani ha detto:

    Croak su nonciclopedia hai perfettamente ragione, perdonaci, ti avevamo preso per un altro utente.
    Sul fatto che i vari commentatori di Manni non sapessero, può essere. Difatti non si discute tanto del loro comportamento, ma di quello della Lipperini (se è lei), che conoscendoli potrebbe aver premuto perchè recensissero la Manni.
    Inoltre i legami tra le due non si limitano al fatto di linkarsi a vicenda. Ce ne sono altri che abbiamo già indicato e quindi non ripetiamo qui.

  6. robe22 ha detto:

    Credo che il rifiuto di credere che sia la stessa persona, da parte di molti fan della Lipperini e/o della Manni, dipenda dalla paura di non poter più credere a niente di quello che si legge in
    rete. Se accettiamo che nel caso LippeManni la stessa persona dicesse “a” e “b” contemporaneamente – amichevole e disponibile al dialogo nel caso di Lara, perentoria e censoria nel caso di Loredana – dobbiamo accettare che tutte le opinioni scritte dai blogger possano essere, in teoria, soltanto pose.
    Una bella batosta, per il web 2.0.

  7. eliaspallanzani ha detto:

    Un’estensione un po’ eccessiva. Forse è bene che si guardi sempre alle opinioni con un po’ di sospetto, che poi è la versione popolare dello spirito critico. Ad esempio, in fondo noi capiamo chi dice che “non ci sono prove” che Lipperini e Manni non sono la stessa persona. Non ci sono foto, documenti, testimoni, solo indizi. Perfetto. Ma non ci sono nemmeno prove che Lara esista. Non ci sono foto, documenti, testimoni, solo indizi. Eppure quasi nessuno ne dubita.

  8. paolo f ha detto:

    Sulla Lara Manni “amichevole e disponibile al dialogo” mi permetto di segnalare uno dei miei ultimi post. Ma si dice che sui forum (meno visibili rispetto al blog ufficiale) esistono delle “laramannate” niente affatto amichevoli e disponibili al dialogo.

  9. Croak ha detto:

    (Non ho potuto collegarmi per alcuni giorni. Capita, anche ai peggiori.)
    Il punto è che per dieci giorni si è parlato del nulla cosmico, visto che S3rino non ha mai postato una prova che fosse una, mentre se la Manni vuole tacere può farlo sia se non è una emanazione della Lipperini, sia se lo è.

    Ma la domanda sorge spontanea: nessuno (S3rino in testa)si è preso la briga di dare un’occhiata al profilo di Lara Manni sul “sito di fanfiction” tanto silente al riguardo? È iscritta da più di sei anni, con racconti ancora online che risalgono anche al 2008 (ne esistevano di più vecchie, ma le ha cancellate dopo la pubblicazione). Che costanza, per essere un fake della LL.

  10. eliaspallanzani ha detto:

    Non vorremmo tornare sull’argomento, ma il fatto che sia iscritta da sei anni a un forum non vuol dire che non è Loredana Lipperini. Anche noi siamo qui da nove anni, quindi siamo più costanti di lei (e non ci pagano nemmeno). Tra parentesi il Duca di Steamfantasy si è accorto che quando commentava il suo blog Lara Manni si connetteva spesso da un indirizzo della Rai (il che naturalmente non vuol dire che è la Lippa, che lavora per la Rai. Potrebbe essere Pippo Baudo. Ma è un altro piccolo elemento per dire che è lei, che sommato al silenzio di quindici giorni e agli altri cinquanta elementi più volte indicati ci fa pensare con relativa sicurezza che è lei). Ma poi basta attendere.

  11. Croak ha detto:

    Il fatto che sia iscritta da sei anni a un forum non vuol dire che non è Loredana Lipperini, esattamente come connettersi da un IP della RAI per cinque volte non vuol dire che è Loredana Lipperini.

    Del resto in Rai, oltre a Pippo Baudo, lavorano altre diecimila persone (non è un numero a caso).

    A questo punto posso pure dire che Lara Manni in realtà è Antonella Clerici, o Barbara Alberti o Cristiano Malgioglio, oppure coso lì di Voyager, Giacobbo, e la Lipperini l’ha conosciuta nel dietro le quinte dell’Isola dei Famosi. Oppure è la truccatrice della Lipperini. Consigliare il libro di un’amica/conoscente/collega non sarebbe comunque reato né immorale né di cattivo gusto (tanto più se scritto bene), a meno di non voler ancora sperare nell’utopia che la marchetta pubblicitaria sparisca un giorno dai teleschermi. Tanto, a comprare il libro siamo ancora noi.

    Se non è lei, peace. Se è lei, peace uguale. A me sfugge non la ricerca di prove (prove, non indizi o dubbi esistenziali fatti di potrebbe, vorrebbe, sarebbe), che è sacrosanta, quanto il motivo dell’indignazione: e no, finora non c’è stato UNO che mi desse un motivo per indignarmi 😛

  12. eliaspallanzani ha detto:

    Croak, continui a sottolineare l’ovvio, e cioè che ogni singolo indizio da solo non è una prova, ma non li consideri mai tutti insieme. Di nuovo, è come la storia di Superman e Clark Kant. Si somigliano? Beh può capitare. Non li si vede mai insieme? Ah ma anche me e mio zio non ci si vede mai insieme. Clark è innamorato di una giornalista che stranamente è sempre la prima a sapere di Superman? Beh ma al cuore non si comanda. E’ chiaro che nessuno sano di mente penserebbe che i due sono la stessa persona, nel mondo dei fumetti. Per quanto poi riguarda la tua soglia di indignazione, abbi pazienza ma è una cosa che riguarda il singolo.

  13. Ammirata ha detto:

    Il fatto che Lippa possa eventualmente essere iscritta da sei anni a un forum sotto pseudonimo, si sia sciroppata tonnellate di un manga per gggiovani e abbia trovato il tempo di scrivere una trilogica fanfic, pur vivendo una vita “normale” parallela, la mette in cima alla lista dei miei modelli esistenziali. E’ riuscita a:
    – costruirsi una carriera in cui la pagano abbastanza per buttare il tempo in cose improduttive ma che evidentemente le piacciono un sacco (io non me lo posso permettere perchè mi pagano poco e devo lavorare parecchio per compensare
    – non perdere in autorevolezza nella sua vita “normale” pur continuando a fare le suddette cose improduttive che le piacciono (io non posso dire che mi piace il fantasy sennò pensano che sono ritardata o fascista, o entrambe)
    – crearsi un network di amici/conoscenti intellettuali e influenti che le tengono mano quando fa le cose improduttive e un po’ cretine che le piacciono un sacco (i miei amici fanno finta di non conoscermi, e cmq sono degli sfigati)
    Chapeau!

  14. robe22 ha detto:

    Tra l’altro, c’è un’altra cosa strana. Se si può capire il silenzio che circonda la vicenda Manni/Lipperini (mancano le prove), il silenzio che circonda la scomparsa di Lara Manni è incomprensibile. Perché nessuno, neanche tra i suoi amici, ne parla?
    Perché nessuno si chiede come mai uno dei blog letterari più conosciuti d’Italia tace da due settimane? Nessuno ne scrive, nessuno ne lamenta la mancanza, nessuno se ne chiede il perché.

  15. eliaspallanzani ha detto:

    Mah, in effetti la lippettona aveva manifestato anche in passato interesse per il fantasy. Non ha avuto quel minimo di coraggio necessario a metterci la faccia, nonostante le prediche sue e dei suoi sodali sulla necessità di “sdoganare” la letteratura di genere. Un’ipocrisia o furbizia tipicamente nostrana, che insieme alla prassi del leccarsi il culo a vicenda non ci sembra costituire un bel modello. Poi è chiaro che c’è una specie di gioco del silenzio, che per altro sta funzionando. La Lippa è tornata al suo cavallo di battaglia femminista, che lì è sicura di poter contrastare qualsiasi critica con l’accusa di vetero maschilismo, e quando lo riterrà più opportuno spiegherà verbosamente tutta la vicenda dal suo punto di vista, e cioè come una coraggiosa operazione sovversiva dei tradizionali stilemi etc etc. E robe22 ricordati che in generale i fan non sono le persone più brillanti del mondo, quando si parla di ciò che gli piace. E meno ancora se si parla di qualcosa che non gli conviene (ma questo forse vale per tutti).

  16. Pingback: ANALOGIE 8: questione di IP « L U N A T I S M I

  17. Pingback: Tutto il faccendone aka per chi non ne avesse abbastanza | Fondazione Elia Spallanzani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...