Tempo, radiazioni, formiche

Tra i molti progetti abbandonati dal Nostro c’è uno spunto per un romanzo fantascient-etico: dei ricercatori inglesi costruiscono la macchina del tempo e viaggiano mille anni nel futuro, ma finiscono in un mondo che ricorda molto il vecchio west. Ci sono dei tizi brizzolati che parlano davanti a un saloon, un villaggio sonnacchioso, delle donne apatiche e i cespugli rotolanti. I ricercatori si sforzano di capire cosa è andato storto, come mai sono finiti indietro invece che avanti, ma poi si accorgono che questo è veramente il futuro.
Il clima è cambiato, è diventato più caldo, c’è giusto un alito di vento, la giornata dura invariabilmente 12 ore e così la notte, ma la cosa davvero incredibile è che qui nessuno muore.
Superata la sorpresa iniziale, i nostri interrogano qualche nativo e apprendono questa storia: “è cominciato tutto nel ventunesimo secolo, ci siamo accorti che meno bambini nascevano più si allungava la vita media. In fondo la morte è solo il contrario della nascita, e siccome ormai non nasce più nessuno, non muore più nessuno. Noi siamo tutti sterili, ci svegliamo, lavoriamo, giochiamo a carte, non ci aspettiamo niente e non abbiamo motivo di farlo. Siamo regrediti. Non abbiamo bisogno di più cibo, più energia, l’industria è scomparsa, anche la televisione, il mondo si è ripopolato di animali, per loro il tempo scorre ancora. Non ci serve l’arte, non ci serve niente, siamo gli immortali di Swift e sappiamo anche viaggiare nel tempo, ma non ci interessa.”
Questo bozzetto ci torna in mente perchè abbiamo letto “Barbagrigia” di Brian Aldiss, romanzo in cui la pololazione è diventata sterile e causa delle radiazioni. Anche Aldiss ipotizza che questa situazione alteri la percezione del tempo e che l’umanità morente si convinca di essere eterna. E’ impossibile che Spallanzani conoscesse il libro e anche il contrario, quindi bisogna dedurne che il binomio “sterilità – tempo immobile” è una caratteristica intrinseca della mente.
Ad ogni buon conto, se pure l’umanità dovesse finire resterebbero sempre le formiche.

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in pseudo recensioni, spallanzate e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...