Vite esemplari

Stanotte guardavamo il Flauto magico nella versione di Kenneth Branagh e da bravi dilettanti siamo rimasti come sempre colpiti dalla celebre aria della regina della notte, ma non sapevamo che fosse il pezzo preferito di una delle grandi imposture della storia, la signora Florence Foster Jenkins.
Del tutto priva di qualsiasi dote canora, la madama si esibì a lungo per le sole amiche e per pochi, selezionatissimi intenditori, che contribuirono a creare la sua fama strampalata, al punto che l’unico concerto pubblico della sua vita fu un successone. Ella morì poco dopo.
Vite del genere ci esaltano. Citiamo: "Si è sostenuto che tutta la più che trentennale carriera della Jenkins fu un elaborato scherzo giocato al pubblico, il che sembra contraddire un’altra tesi, secondo cui la sua morte dopo l’esibizione alla Carnegie Hall fu il risultato della derisione da parte dei suoi critici. Comunque esistono poche prove a sostegno di entrambe le tesi. Tutto indica che Florence Foster Jenkins morì con lo stesso felice e fiducioso senso di appagamento che pervase la sua intera vita artistica."

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in bufale, imposture, oziosità. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...