Barone, ci racconti di quella volta che fece narrazione condivisa

Sono già passati molti anni dalla pubblicazione del gioco "Le straordinarie avventure del Barone di Munchausen", ma a differenza di altri sistemi di narrazione condivisa (es. il cadavere squisito), questo non è mai uscito dalla nicchia degli appassionati. Eppure il meccanismo è semplice, il tema è appropriato e con i compagni giusti il divertimento è assicurato.
Cerchiamo di riassumerlo in breve:
un’eletta schiera di nobiluomini (e nobildonne) si riunisce per assumere qualche conforto alcolico. A un tratto qualcuno invita il vicino a raccontare una delle sue avventure e tutti i presenti possono intervenire per precisare o smentire i fatti. Essendo l’uomo animale fabulante, tutti i presenti finiranno per raccontare a turno una storia ed infine si voterà per scegliere la migliore.

Per giocare basta essere in tre o più, munirsi di rinfreschi e di qualche moneta (ognuno ne avrà tante quanti sono i giocatori). Ogni giocatore veste i panni di un nobiluomo e il più alto in carica si rivolge al vicino, chiedendogli di raccontare una delle sue famose avventure. Ad esempio: “Caro Barone, raccontateci di quella volta che cadeste preda d’amore per un pianeta!".
L’interpellato dovrà quindi improvvisare lì per lì la sua storia, con ritmo e senza esitazioni, per una durata di circa 5 minuti. Mentre il narratore racconta un altro giocatore può interromperlo, scommettendo una delle sue monete e aggiungendo una chiosa del tipo: "Caro Barone, scommetto che alla corte della Luna avrete avuto delle difficoltà di linguaggio: pare infatti che gli astri parlino Francese".
Ora la parola ritorna al narratore, che ha due scelte: tenere l’interruzione come vera, e quindi inserirla logicamente nel racconto, oppure rifiutarla come errore, pagando però a sua volta una moneta al molesto chiosatore.
Esempio del primo caso: "Duchessa, ciò che dite è vero, ma fortuna volle che avessi con me il rinomato manualetto di conversazione di Monsiuer La Verbose, e quindi dissi…"
Esempio di rifiuto:  "Duchessa, siete male informata: i lunatici, privi come sono del peccato originale, parlano ancora quella lingua adamitica che è comprensibile a tutte le creature, animali compresi, e anche alle duchesse".
In sostanza, se il giocatore ingloba l’interruzione nel suo racconto guadagna una moneta, mentre se la rifiuta paga una moneta. Sono possibili rilanci e ulteriori precisazioni.
Tuttavia c’è un pericolo, perchè una scommessa o un’obiezione può insultare l’onestà di un altro, la sua stirpe o il suo titolo, e in questo caso bisognerà lavare l’onta con un duello (che si risolverà col giuoco della morra).
Ad esempio: "Barone, dite di essere giunto sulla luna innalzandovi per i capelli: eppure il vostro nobile capo è sempre stato deserto di simile vegetazione".
"Duca, state forse insinuando che mento?"
"Oh, non sia mai…"
Il vincitore del duello terrà tutte le monete puntate.
Il gioco continua così finchè tutti hanno raccontato una storia. Infine, si vota la storia migliore usando le monete. Ovviamente nessuno può votare per se stesso e quindi avere più monete non vuol dire vincere, ma al massimo poter determinare chi degli altri sarà il vincitore. Pertanto, il modo migliore di giocare non è accumulare monete, ma raccontare effettivamente la storia più simpatica.

Molto altro ci sarebbe da dire riguardo a questo piacevole giuoco, ricco di esempi ed illustrato con le figure di Dorè, e di costo insignificante. Se questo articoletto attirasse il vostro benevolo interesse, si potrebbe persino tentare una partita online.

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in bufale, gdr, interattività. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Barone, ci racconti di quella volta che fece narrazione condivisa

  1. Pingback: Vabbè, ci proviamo | Fondazione Elia Spallanzani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...