Già la mamma di Amleto…

Nel video circolante su youtube una bionda danese cerca il padre del suo bambino, frutto di una spensierata notte d’amore con uno straniero. Il video però è falso ed è stato realizzato con fondi pubblici per dare un’immagine sbarazzina del paese e incentivare il turismo. Secondo loro l’italiano medio dovrebbe sentirsi allettato dalla prospettiva di andare lì, accoppiarsi con la bionda disponibile e sparire, e poi essere cercato su youtube. Biasimo generale del mondo e scomparsa del video.
Tuttavia questo video è una finta falsità, perchè di casi come quello della bionda ce ne sono. E’ come le ricostruzioni degli omicidi che vediamo nei programmi televisivi: attori che recitano un fatto reale. Solo perchè è stato accuratamente riprodotto, il fatto diventa falso?

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in imposture, rovesci. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Già la mamma di Amleto…

  1. SENZAQUALITA ha detto:

    il paradigma che citi sarebbe lecito quando se ne esplicitasse la fonte, e quindi la funzione (propaganda istituzionale, pubblicità-progresso etc etc)
    in assenza di ciò, resta un’autentica fiction, ancorché di dubbia efficacia sociale, irrivendicabile da parte d’una istituzione pubblica

  2. eliaspallanzani ha detto:

    Dici che se sotto ci scrivevano “è una ricostruzione” allora era più vero? Era più corretto, ma non più vero.

  3. SENZAQUALITA ha detto:

    parafrasando john donne, dovrei risponderti “e chi sono io per osare disputare con la verità?!”

    piuttosto, posso dire che
    il maggiorativo davanti a “vero” mi sembra inutile e ridondante

    ciao

  4. eliaspallanzani ha detto:

    Giuochi, ma il nostro non è solo un giuoco. Spesso si è portati a credere che una ricostruzione qualificata come tale sia più veritiera (non sapremmo come dire altrimenti). In realtà è vero solo che quella è una ricostruzione, mentre non è detto che il contenuto della ricostruzione sia vero (es. in un documentario mostriamo la ricostruzione del suicidio di mussolini). In un certo senso la dicitura “ricostruzione” crea un’aura di affidabilità, che è completamente immotivata. Al contrario, un filmato del tutto fasullo e spacciato per vero può contenere il vero messaggio (vero in tutto tranne nel fatto di essere il filmato del fatto).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...