Precursori di Spallanzani

All’inizio degli anni ’20 il poeta argentino Macedonio Fernandez si baloccò con il vago e vasto progetto di diventare presidente della Repubblica. Molte persone si propongono di avere una rivendita di tabacchi, quasi nessuno di diventare presidente; da questo dato statistico egli deduceva che è più facile diventare presidente che padrone di una tabaccheria. La cosa indispensabile, comprese, era rendere noto il nome. Collaborare al supplemento letterario di qualcuno dei grandi giornali era facile, ma la risonanza ottenuta in quel modo rischiava di essere altrettanto triviale quanto una marca di sigarette. Bisognava introdursi nell’immaginazione della gente in modi più sottili ed enigmatici. Anticipando le tecniche del marketing virale, Macedonio scelse di sfruttare il suo curioso nome di battesimo; la sorella ed alcune amiche scrivevano il nome di Macedonio su pezzi di carta e bigliettini che poi astutamente dimenticavano nelle pasticcerie, sui tram, sui marciapiedi, nei vestiboli delle case e nei cinematografi. Da tali manovre nacque anche l’idea di comporre un grande romanzo fantastico, ambientato a Buenos Aires, che doveva intitolarsi “L’uomo che sarà presidente”; fu diffusa la voce che i personaggi del romanzo erano Santiago e Jùlio César Dabove, Jorge Luis Borges, Carlos Pérez Ruiz, e che nell’ultima pagina sarebbe stato rivelato al lettore che il libro era stato scritto dal protagonista, Macedonio Fernandez. Inutile dire che non si andò oltre l’annuncio, perchè a Macedonio piaceva parlare delle cose, non farle.
Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in plagi, pseudo recensioni, spallanzate, virale. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Precursori di Spallanzani

  1. Pingback: Il pangioco di Xul Solar | Fondazione Elia Spallanzani

  2. Pingback: La selezione avversa inversa e il discorso ignorante | Fondazione Elia Spallanzani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...