L’anno del pesce zoppo

Cinese accoltella un amico perchè gli ha rubato la spada magica. La proprietà virtuale non è ancora protetta ma fa già la sue vittime. Toccherà riparlarne.

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in interattività, oziosità, rovesci. Contrassegna il permalink.

8 risposte a L’anno del pesce zoppo

  1. utente anonimo ha detto:

    Notizia molto interessante. Più che parlarne, bisognerebbe FERMARE questi giochi.

  2. Mi sembra assai meno folle di quanto sembri, questa faccenda, poichè da proprietà di oggetti nascono tutti i conflitti politici, economici, ideologici. Piuttosto mi ricorda gli sviluppi che si presentano bene in nomic, i giochi che invadono la realtà.

  3. (proprietà di oggetti *virtuali* s’intende)

  4. dhalgren ha detto:

    se vuoi dire che la gente si è sempre scannata per cose che non esistono, allora… ma qui è diverso. sono cose che esistono, che la tecnologia rende esclusivamente appropriabili.

  5. utente anonimo ha detto:

    Boh ma in realtà non si sono scannati per la proprietà dell’oggetto, ma sul riconoscimento dell’altro implicato nel concedere o non concedere la proprietà. O qualcosa del genere

  6. Pingback: Unreal estate | Fondazione Elia Spallanzani

  7. Pingback: Unreal | Fondazione Elia Spallanzani

  8. brutta storia che ci ricorda che la proprieta’ virtuale e’ un furto virtuale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...