Dall’universo tangente

Come il mondo di Ukbar va sostituendosi al nostro[1], così l’Universo Tangente rafforza le sue manifestazioni. Nominato per la prima nel 1884, riappare nel 1944 sotto forma di libro: è “La Filosofia del Viaggio nel Tempo“, di Roberta Sparrow[2]. Esattamente sessant’anni dopo, nel 2004, le malefatte dei seguaci del coniglio nero riempiono i giornali. Dietro ci sono i fan di Donnie Darko, il profetico film ispirato al libro della Sparrow.
La progressione è chiara: prima un’idea, poi un libro ispirato all’idea, poi un film ispirato al libro, poi azioni ed oggetti ispirati al film. Quale sarà la prossima manifestazione dell’Universo Tangente? Se i nostri calcoli sono giusti, l’incarnazione del coniglio avverrà nel 2064.

[1] Kublay Kan costruì un palazzo di piaceri dietro ispirazione di un sogno. Secoli dopo ne restavano poche pietre. Coleridge, che ignorava quelle rovine, sognò il sogno di Kublay e lo trafuse in versi: ne restano poche righe. Per ogni universo che recede, altri invadono.

[2] Si tratta ovviamente di uno pseudonimo: sparrow in inglese significa “passero”, e secondo le scritture Dio vede anche il passero che cade. In quella caduta Amleto, altro infiltrato dell’universo tangente, scorgerà una singolare provvidenza. Le indagini volte a reperire il vero autore del libro si sono sempre rivelate infruttuose ed hanno scatenato una ridda di ipotesi, non ultima quella per cui sarebbe stato scritto nel futuro, dietro ispirazione del film. Se siete dei nostri, avrete già intuito l’assurdità dell’idea. E’ chiaro che un universo invasore costruisce i suoi presupposti all’inverso, per cui attualmente Roberta Sparrow non è mai esistita, mentre a reificazione completa, ossia nel 2064, basterà scavare sotto la canonica di Saint John, ad Alexandria, in Virginia, per trovare la polvere delle sue ossa.

Advertisements

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in borges, imposture, paradossi, virale. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Dall’universo tangente

  1. utente anonimo ha detto:

    Ultimamente i comunicati della Spallanzani sono diventati troppo cervellotici. E io che sono ignorante non seguo più :-(.

  2. dhalgren ha detto:

    è vero! ho come l’impressione che non siano più loro.

  3. maledettiblog ha detto:

    anche a me leggere Borges mi fa flippare il cervello. Però fate come lui, non prendete troppo sul serio queste cose.

  4. utente anonimo ha detto:

    “Se i nostri calcoli sono giusti, l’incarnazione del coniglio avverrà nel 2064.”

    Vi riferite a Frank, il coniglio di Donnie Darko?
    Non c’entra..perchè dovrebbe reincarnarsi?È una storia a sé..
    Non capisco, cosa vorreste dire?O.o
    La storia è completa così com’è, con il sacrificio di Donnie, e una reincarnazione di Frank [non si potrebbe neanche definire reincarnazione] non è calcolata e sarebbe inutile..

  5. utente anonimo ha detto:

    sono d’accordo, il coniglio è un’invenzione di k ha fatto il film. Non c’entra con universi tangenti e quant’altro.

  6. Pingback: Plagi a catena | Fondazione Elia Spallanzani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...