Le scimmie di Shakespeare

È un luogo comune abbastanza diffuso (quindi probabilmente falso) che un gruppo di scimmie che battano tasti a caso su una macchina per scrivere, dotate di tempo sufficiente – ossia tendente all’infinito – sarebbe in grado di produrre l’opera omnia di Wiliam Shakespeare. L’idea sembra troppo bislacca? A parte il fatto che c’è chi lo ha fatto per davvero e ha messo delle povere scimmie davanti a un computer, una via molto più breve per ottenere risultati statisticamente rilevanti è quella di dare vita a un simulatore di scimmie scespiriane. I risultati sono quasi incoraggianti: finora si è arrivati a circa una decina di lettere (che rispetto al numero totale di caratteri nelle opere del Bardo non è granché, chiaro, ma è comunque meno peggio del previsto).

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in combinatoria, illuminati, segnalazioni. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le scimmie di Shakespeare

  1. utente anonimo ha detto:

    veramente notevole!
    comunque,il luogo comune e` “reale”,nel senso che dato un tempo abbastanza lungo,il simulatore effettivamente produrra` un’opera di Shakespeare (in teoria,tutte le opere concepibili della letteratura).
    in realta`,ci vorrebbe troppo tempo.
    bisogna ricordare che gli algoritmi di numeri casuali di un calcolatore sono in realta` PSEUDOcasuali, e quindi in realta` si ripetono dopo un tempo lungo ma finito. troppo corto,comunque,per dare veramente origine a qualcosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...