Ancora sulla letteratura d'inganno

Il fatto che si parli diffusamente di Dante Virgili e di una (presunta) montatura, se non a proposito della sua esistenza, perlomeno del fatto che sia diventato il caso letterario 2003, ci fornisce l’occasione per un chiarimento sulla letteratura d’inganno e su cosa essa significhi, cosa che ci ha chiesto più di una persona. Il fatto è che la letteratura e l’inganno (ma anche la combinatorietà, l’interattività, la ricorsività e le altre proprietà di cui parliamo su queste pagine) vanno a braccetto fin da quando gli uomini hanno iniziato a raccontarsi delle storie. Noi, semplicemente, ci concentriamo su quegli autori, storie e operazione mediatiche che fanno risaltare particolarmente l’esistenza di meccanismi d’inganno. Elia Spallanzani è per ovvi motivi il nume tutelare di questa operazione; per un approfondimento in merito noi vi consigliamo un breve saggio sulla sua poesia giovanile, ricca di enigmi nascosti (anche in molteplici chiavi di lettura, come hanno scoperto sul forum di Lettere e cifre!); il saggio è ospitato dalla webzine di critica letteraria La Frusta. Per chi volesse invece entrare più a fondo nei meccanismi della letteratura d’inganno, rimandiamo alla lettura delle Lezioni americane di Italo Calvino e di un esauriente articolo sul paradosso del mentitore di Piergiorgio Odifreddi.

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in bufale, frammenti, spallanzate. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...