Storie per attraversare il deserto /2

Una simpatica riflessione sulla scrittura collettiva, tratta da Giap!:
********************
La letteratura è sempre stata collettiva, non esiste narrativa individuale. Il romanzo in particolare non esisterebbe come tale senza un processo che lo ha plasmato e continuamente ritrasformato ed è un processo di cooperazione sociale. Se pensiamo ai poemi epici dell’antichità vediamo che non erano scritti da singoli ma da intere comunità, poi una persona che raccoglieva tutti i miti e le leggende, ma erano miti continuamente narrati, trasformati, gli si era data forma per generazioni. Gli altri antenati del romanzo negli ultimi secoli sono stati:
– il teatro elisabettiano, che era scritto da una collettività. Gli autori si scambiavano tra loro le storie e i personaggi, ne discutevano assieme, c’erano le prove con gli attori che suggerivano le battute, non c’era una divisione dei ruoli iperspecializzata come quella odierna tra autore, attore, pubblico. Tant’è che di molte tragedie e commedie elisabettiane abbiamo diverse versioni e quelle su cui ci basiamo sono quelle che hanno la data posteriore oppure sono sintesi, montaggi.
– il romanzo d’appendice ottocentesco, pubblicato a puntate sui giornali. Questo è l’antenato più diretto del romanzo contemporeaneo, perché si vede come il feedback dei lettori possa cambiare radicalmente un testo. C’è uno stupendo saggio di Umberto Eco a proposito de "I misteri di Parigi"di Eugène Sue, dove si vede che i lettori mandavano lettere ai giornali su cui era pubblicato, dicendo: "questo personaggio è odioso, toglilo"; oppure: "perché non sposti l’azione nella tal città", "ma quand’è che fai morire questo qui", "ma quand’è che torna quello là che dici che è partito".
Sono tutti processi collettivi. Se esistesse davvero la scrittura individuale, allora non esisterebbe il romanzo.

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in circoletti, frammenti, oziosità. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...