Opere aperte

Ci sono prodotti dell’ingegno umano che sono importanti non già per il loro contenuto intrinseco, quanto per le domande e le risposte che riescono a suscitare. Uno dei primi, eclatanti esempi di queste "opere aperte" è il telefilm Il Prigioniero, in onda da stasera su Italia 1, ogni lunedì a mezzanotte. Per chi non la conosce, si tratta di una serie di culto degli anni ’60, incentrata su temi di fantascienza ‘sociologica’ che non sarebbero dispiaciuti a Elia Spallanzani e Philip K. Dick: il rapporto con la società, la ricerca dell’identità, il conflitto con la finzione, la burocrazia come prigione per l’individuo. Se lo guardate aspettatevi di lasciarvi immergere in un’atmosfera surreale, fatta di inquietudini e di domande irrisolte da cui sentirsi provocati.

Annunci

Informazioni su eliaspallanzani

Blog dedicato etc
Questa voce è stata pubblicata in alieni, illuminati, media. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...