Archivi categoria: rovesci

Il gioco della salvezza (altre conseguenze del teatro)

Nel racconto “La fine di un regno” Elia Spallanzani propose una curiosa metafora del rapporto tra teatro e potere. Nel dotto commento, il Ventura osservava la contraddizione tra la normale irrilevanza giuridica delle dichiarazioni fatte su un palco e la … Continua a leggere

Pubblicato in rovesci, spallanzate | 1 commento

Retorica

Nel film “C’eravamo tanto amati” (1974), di Scola, Nicola Palumbo è un insegnante di sinistra, cinefilo, ammiratore di “Ladri di biciclette”, che a un certo punto partecipa a “Lascia o raddoppia?”. La domanda finale riguarda il motivo per cui il … Continua a leggere

Pubblicato in imposture, oziosità, rovesci, vecchi intrattenimenti | 2 commenti

Sui pericoli di certe metafore

Negli ultimi anni Spallanzani non pubblicò più niente, anzi rifiutò anche i contatti con l’esterno, ma oltre a zappare il podere continuava ad arrovellarsi sugli stessi problemi e ad annotare stamberie nel suo gigantesco diario-zibaldone. Tra le ultime, senza data … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, rovesci, spallanzate, virale | Lascia un commento

Il ritorno del vecchio ammonitore infernale

“Su ciò di cui non si può scherzare, si deve tacere” E.S. La settimana scorsa su “La Lettura” del Corriere c’era una pagina schizofrenica in cui da un lato si lamentava la scomparsa dei veri umoristi italiani e dall’altro si … Continua a leggere

Pubblicato in alieni, atrocità, rovesci | Lascia un commento

Era lo majo odoroso (sempre del 2003)

e cadeva il quarantennale del Gruppo 63, cui il Nostro partecipò nel suo solito modo sghembo e problematico. Il 10/05/2003, nel sesto anniversario della sua scomparsa, presso la libreria Mel di Bologna si teneva una lettura di testi Spallanzaniani mentre sul Resto … Continua a leggere

Pubblicato in archivio, illusioni, rovesci, segnalazioni, spallanzate | Lascia un commento

Et magno se corpore miscet

Si era in pieno boom edilizio e dalla finestra del suo studiolo Spallanzani vedeva le gru altissime che tagliavano il cielo in riquadri sempre diversi. Lavoravano tutto il giorno e il Nostro, col suo vigile istinto sindacale, si chiese quanto … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, rovesci | Lascia un commento

Inoisrevni

Qualche tempo fa per gioco cercavamo tutte le parole che finiscono in “ombi” e ora il compare Leonetto ci segnala l’utilissimo Dizionario Inverso dell’Italiano Moderno, parente gratuito dello Zanichelli Inverso, che serve appunto per fare questo tipo di ricerche e … Continua a leggere

Pubblicato in rovesci, segnalazioni, vecchi intrattenimenti | Lascia un commento

Quello che desideri

In “Raccontalo alla cenere” Spallanzani annota l’idea per un racconto sul patto col diavolo: un tizio incontra il demonio che gli chiede “per che cosa daresti l’anima?” e il tizio risponde “per essere uno scrittore di successo”; il demonio lo … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, plagi, rovesci, spallanzate | 4 commenti

Sabbatai

Già che ci siamo, un’altra nota di dubbio valore. A detta del nostro il secondo avvento del Messia si era già compiuto, precisamente nella persona di Sabbatai Zevi; anche il processo e la condanna si erano ripetuti, ma questa volta … Continua a leggere

Pubblicato in atrocità, frammenti, rovesci, spallanzate | Lascia un commento

Nera illusione

Segnaliamo un articolo interessante su certe forme del nero italiano. Riassumendo, l’autore sostiene che il preteso realismo di molti noir in fondo è solo un accumulo di stereotipi, quindi è fasullo quanto il gioco enigmistico del giallo classico, anzi di più, … Continua a leggere

Pubblicato in cluedo, delitti, rovesci, segnalazioni | 8 commenti