Archivi categoria: oziosità

Sempre di domenica

Non si può parlare sempre dell’Elia. Occupiamoci per un attimo di un autore minore, questo tale William Butler Yeats, e ricopiamo una sua poesia che piaceva molto al Nostro: “… Di tutte le cose mutevoli che in orrida danza passarono … Continua a leggere

Pubblicato in oziosità, segnalazioni | Lascia un commento

Come le statistiche dimostreranno

Quando a Spallanzani contestarono certe stranezze della contabilità, lui rispose che si trattava di figure retoriche. L’iperbole del magazzino, l’ellissi degli utili, l’epanalessi di certe poste, la litote (“più” che diventavano meno e viceversa)… inseriva, il Nostro, questi appassiti fiori … Continua a leggere

Pubblicato in illuminati, illusioni, oziosità | 10 commenti

PMSA, appendice: totalmente prillato

Nel racconto di P. K. Dick “Autofac” c’è un esempio di semiotica aggressiva. La storia è che dopo la guerra nucleare c’è un’immensa rete di fabbriche automatiche, progettate proprio in vista della catastrofe, che produce tutti i beni necessari ai … Continua a leggere

Pubblicato in dick, oziosità | Lascia un commento

PMSA IV: un proverbio sulla luna

Nominare è dominare, ma anche il contrario. Al riguardo, in Meaning and translation* W. V. Quine fa un’osservazione sorprendente: si sa che la foresta di Skund, posta nel cuore della Patagonia, deve il suo nome al dott. Jungle Linguist, professore … Continua a leggere

Pubblicato in oziosità | 2 commenti

PMSA III: di un topolino, oh topolino!

Adesso che sapete cosa sono gli attanti possiamo andare al nocciolo, ossia al significato delle parole. Non che la semiologia sappia cos’è. C’è però consenso tra gli studiosi nel denominare contenuto nucleare di una parola l’insieme dei suoi interpretanti espressi, ossia delle … Continua a leggere

Pubblicato in oziosità | 1 commento

PMSA, II: strutture attanziali for dummies

Il nostro Piccolo Manuale di Semiologia Aggressiva vi spiega le cose. Dovete quindi sapere che per “struttura attanziale” si intende quella che il testo non esibisce in superficie, ma che viene ipotizzata dal lettore come chiave per l’attualizzazione completa del … Continua a leggere

Pubblicato in oziosità | 1 commento

Piccolo manuale di semiologia aggressiva

Capita di trovarsi tra semiologi e non saper che dire. Le loro chiacchiere appaiono un mazzo di colorate fanfaluche e si resta come boccaloni fra attanti e iattanze. E’ un peccato per il giovine moderno perchè le semiologhe sono spesso … Continua a leggere

Pubblicato in oziosità | 1 commento

Il negozio di maglieutiche

“Quella sua maglieutica fiiinaaa”, usava canticchiare il Nostro, storpiando le parole dell’immortale Claudio. Riprendiamo il vecchio gioco proponendo 21 varianti: “Po di non papere” “Co di non capere” (a maniche lunghe) “zoo di non zappare” “so di non-sapore”, gradevolmente paradossale … Continua a leggere

Pubblicato in oziosità | Lascia un commento

I tre porcellini, o dell’indifferenza

Dopo l’iperinterpretazione dei puffi e scubidù ci siamo imbattuti in un’analisi politica di Mimì e la pallavolo e ci è tornato in mente un vecchio articolo sui tre porcellini, che senza vergogna riproponiamo:

Pubblicato in imposture, oziosità, paranoia, plagi, spallanzate | 1 commento

La trappola di Scooby-Doo

Nel libro “I giochi e gli uomini” Roger Caillois individua quattro radici del gioco: agon, alea, mimicry (imitazione o mimetismo) e ilinx (la vertigine). A suo parere c’è un forte legame tra gioco e struttura sociale, tanto che le società … Continua a leggere

Pubblicato in illuminati, illusioni, nuovi intrattenimenti, oziosità, vecchi intrattenimenti | 4 commenti